Quando l’azzurro del cielo si staglia sulla città silente al mattino,  il comune borghesotto sta ancora rotolando fra le lenzuola, gli impasticcati di Prozac sono ancora sotto l’effetto devastante di neuro rilassatori, i bambini dormono  nelle loro culle, il vento  si alza e accompagna gelidi e flebili raggi di sole,  proprio in quel momento,  i Morello’s Brothers sono già pronti per partire.
La nevrosi cittadina dettata da ritmi capitalistici sta riposando sotto un manto di brina ma per i Morello’s Brothers altro non è che il palcoscenico di una nuova avventura.

Il giro comincia con la super salita del Poggio Secco che porta alle case dei Pastori della Calvana.  Sfidante salita che non lascia mai il tempo di tirare il fiato alternando tratti con variazioni fra il 14 e il 22%  per 380 metri di dislivello.

Faticosissima pedalata, certificata anche da Strava,  ci ha condotto ad una suggestiva panoramica di Firenze, Prato, Calenzano, Sesto e dintorni.  Il sentiero si inerpica ancora, inesorabile  in salita, per raggiungere le prime vette della Calvana, e, domata quest’ultima, siamo scesi nuovamente a valle per sentieri  molto suggestivi.

Per attaccare Morello alle spalle , stanchi e mai domi, abbiamo deciso di risalire per un altra classica del panorama ciclistico rurale fiorentino, la salita del Musicista , attraversando Sommaia..

Potrei dilungarmi con i numeri , con la matematica, con i rapporti usati e con il numero di pedalate al minuto per dettagliarvi il giro della Domenica,  ma i numeri lasciamoli alla settimana lavorativa, i morello’s Brother coltivano emozioni, e queste si possono solo vivere!

Ti aspettiamo al prossimo Giro!

[sgpx gpx=”/wp-content/uploads/gpx/calvana light domini musicista.gpx”]
Difficoltà
Salita
Sterrato
0/10
0%
0%