…una magnifica mattinata passata insieme a tanti amici.
Cominciamo col dire cosa non è la Calvana; la Calvana non è un park per fare evoluzioni, non è una strada o un sentiero single track con paraboliche e saltini, non è un canyon di terra rossa battura e vellutata, non è la MTB dei giornalini con i saltoni dei campioni, i pantaloni larghi e il chiosco della birra sullo sfondo.. non è musica a palla, sponsor, non è evoluzioni, non è spettacolo, non è aperibike.. e a dirsela tutta non è neanche un gran chè di sentieri.. perchè quello che offrono le montagne vicine è di gran lunga più divertente per le nostre MTB…
allora mi chiedo perchè?
Ci sono delle uscite in MTB che offrono qualcosa di diverso, pedaliamo raramente tutti insieme e questo serve a qualcosa di diverso dall’allenamento,  dal fare tanti km su strade bianche, dal segmentare in Strava i percorsi. Dopo appena 35/40 km e oltre 5 ore di uscita torni a casa distrutto, probabilmente hai anche spinto la bici per centinaia di metri su sentieri ciottolosi..
allora mi ripeto ancora una volta… perchè?
Io credo che queste uscite servano a poco se non vengono vissute con lo spirito giusto, se l’aspettativa era pedalare sempre e comunque allora sicumente sarete tornati a casa infelici. Io spero che tutti i ragazzi fantastici che erano con me lassù abbiano comunque davvero goduto di quello che la Calvana offre; paesaggi stupendi, pascoli sconfinati, la liberta di non seguire un sentiero ma pratoni infiniti che si inseguono in valli di erba verde. Panoramiche mozzafiato sulla nostra città, e poi ancora cavalli e animali da pascolo allo stato brado.
Calvana è ritrovare un contatto primordiale e profondo con la natura e con noi stessi; abbiamo per una volta pedalato meno di sempre, e gareggiato meno di sempre, abbiamo forse..riso più di sempre.

Tutte le Foto Della Calvana

calvanamorellos208